Firenze

Itinerario di 1 giorno a Firenze

30 apr 19

Firenze è una città molto piccola e raccolta, pertanto è facilmente visitabile anche se hai poco tempo a disposizione. Se non sei interessato a entrare in alcun museo, puoi vederla anche in un giorno solo! Ecco un itinerario che puoi decidere di seguire se vuoi essere sicuro di non perderti le principali attrazioni di Firenze. Ovviamente sentiti libero di cambiare itinerario, saltando o allungando le varie tappe. 
 

Santa Maria Novella

Parti da piazza Santa Maria Novella (che ha dato il nome anche alla principale stazione dei treni di Firenze) dove si trova l’omonima chiesa. La piazza si presenta con un bel prato verde e rose profumate, ideale per scattare foto emozionanti per il tuo Instagram. Siediti su una panchina, goditi la bella facciata di marmi bianchi e neri, e leggi due notizie storiche su questa importante chiesa. Se hai tempo e voglia, puoi entrare al suo interno (a pagamento).

Perché è famosa Santa Maria Novella?

La chiesa è famosa perché al suo interno ospita il crocifisso di Giotto, la Trinità di Masaccio, le cappelle affrescate da Filippino Lippi (allievo del Botticelli) e dal Ghirlandaio. La sua costruzione iniziò nel 1279, grazie ai frati domenicani. Oggi nel percorso museale è infatti inclusa la visita del refettorio e dei bellissimi chiostri dell’antico convento.
 

Il Duomo di Firenze

Da S.M.Novella in pochi passi puoi giungere in piazza San Giovanni, che i fiorentini chiamano piazza Duomo. Il Duomo di Firenze è la chiesa più importante della città. La Cattedrale di Santa Maria del Fiore svetta in una piazza che raccoglie vari monumenti: il Battistero del 1059, il campanile di Giotto e la Cupola del Brunelleschi. Passerai i primi minuti a trovare l’angolo più instagrammabile, dopodiché puoi decidere se salire sul campanile (414 scalini!) o sulla cupola (poco di più). Ma in entrambi i casi potresti prepararti a dover fare una bella coda. 

L’ingresso in Duomo è libero?

Per entrare nel Duomo di Firenze devi pagare un biglietto, a meno che tu non sia una persona religiosa che va a pregare o alla messa (in tal caso c’è un ingresso riservato). 
Il museo del Duomo è esterno alla chiesa (si trova nel retro della piazza) e vale davvero la visita. Ristrutturato da pochi anni, è concepito in chiave moderna, con un percorso che mostra tanti aneddoti e curiosità sulla costruzione della cattedrale e della cupola. Il biglietto unico include sia la visita al museo che l’ingresso alla cattedrale.


 

Piazza Signoria 

Da piazza Duomo prendi via Calzaiuoli(guardando la chiesa è sulla destra), la via dello shopping, con negozi di catene internazionali, e arriva fino in fondo, in piazza Signoria. E’ la piazza dove si trova Palazzo Vecchio, un tempo abitato da Cosimo I de’ Medici e oggi importante museo, nonché sede del Comune di Firenze. Proprio qui infatti si celebrano i matrimoni civili, nella bella sala rossa (lo sapevi che quasi la metà degli sposi sono stranieri?).

Se hai voglia di visitare l’interno, magari partecipando a qualche attività per famiglie, potrai ammirare il famoso Salone dei ‘500
In caso contrario prosegui verso destra, lungo la Galleria degli Uffizi. Il celebre museo che ospita i capolavori dell’arte italiana è sempre molto affollato. Te ne accorgerai dalla coda che si estende sotto il loggiato come una serpentina. Se hai una mezza idea di visitare gli Uffizi ti consigliamo di prenotare in anticipo il tuo ingresso per saltare la fila! 
In fondo ti ritroverai affacciato sul fiume Arno. Ti basterà volgere il tuo sguardo a destra per avere una delle prospettive più belle per ammirare, e fotografare, Ponte Vecchio. 
 

Ponte Vecchio

Ponte Vecchio, come dice il nome, è il ponte più vecchio di Firenze, unico sopravvissuto alle distruzioni naziste durante la Seconda Guerra Mondiale. 

Oggi è famoso per le casette che ospitano pregiate gioiellerie. Ma un tempo qui c’erano i macellai!

Pare che la famiglia dei Medici, che sopra al ponte aveva il suo camminamento privato – il famoso Corridoio Vasariano –non gradisse il cattivo odore che proveniva dalle botteghe dei macellai, così Ferdinando I de’ Medici nel 1593 decise di spostarli, per lasciare posto agli orafi. Oggi il ponte, completamente pedonale, è preso d’assalto da turisti di tutto il mondo che ammirano le vetrine e si affacciano sul fiume nella parte centrale del ponte.

Ma quanto è vecchio il Ponte Vecchio?

La prima versione del ponte fu costruita addirittura dagli antichi romani, molto probabilmente in legno, poi negli anni ricostruito in pietra. Fino al 1218 Ponte Vecchio era l’unico ponte per poter attraversare il fiume Arno. Nel 1333 venne distrutto da un’alluvione e fu ricostruito 12 anni dopo da Taddeo Gaddi con un’architettura innovativa, ovvero a tre grandi arcate, per agevolare eventuali inondazioni e soprattutto il passaggio di grossi detriti, alberi etc.
 

Palazzo Pitti e Giardino di Boboli

Dopo aver percorso il ponte, proseguendo ancora si giunge a Piazza Pitti, con l’omonimo palazzo Pitti, la reggia dei Medici. Il grande palazzo costruito con grosse pietre marrone è molto diverso dai fastosi palazzi rinascimentali ai quali siamo abituati. Ma al suo interno puoi visitare gli Appartamenti Reali, ricchi di quadri, mobili lussuosi e arredi che ben mostrano la ricchezza della corte: qui infatti ebbero dimora varie dinastie, fino ai Savoia, quando Firenze fu capitale d’Italia (1865). Al suo interno ospita anche il Museo degli Argenti e la Galleria del Costume. 

Dal retro del palazzo puoi accedere al Giardino di Boboli, meraviglioso esempio di giardino all’italiana che si estende per 45 ettari (111 acri). Se non ne hai il tempo, puoi sempre sederti sulla piazza in pendenza, davanti al palazzo e goderti un po’ di relax.
 

Piazzale Michelangelo 

Tornando indietro sui tuoi passi puoi decidere di avventurarti sulla salita che porta al piazzale Michelangelo, la terrazza panoramica da cui ammirare tutto lo skyline fiorentino. Da lassù potrai scattare la foto più bella di Firenze! Se pensi di non riuscire a camminare tanto, prendi l’autobus n.12 che ti porta in cima (il biglietto dell’autobus è di 1.50 € per la corsa singola).
 

Santa Croce 

Scendendo verso il centro, l’ultima tappa è Piazza Santa Croce. L’omonima chiesa gotica, costruita dai frati francescani, si distingue per la facciata tutta bianca. Al suo interno ci sono affreschi degni di nota, ma soprattutto monumenti funebri di personaggi illustri.

Perché è famosa Santa Croce?

La chiesa è famosa per essere la chiesa dove sono seppelliti personaggi storici, come Michelangelo, Machiavelli e Galileo Galilei. 
Ma la piazza è famosa anche per il Calcio Storico Fiorentino che si svolge nella piazza in primavera/estate. Questo sport è una via di mezzo fra calcio, rugby e lotta libera, con giocatori vestiti con costumi rinascimentali, per questo viene detto Calcio in Costume. Capita spesso che fra i giocatori sorgano risse e qualche anno vengono addirittura sospese le partite! Assistere a una partita è un evento decisamente folkloristico. 

La zona è anche al centro di una vivace movida notturna: le vie intorno alla piazza pullulano di locali per bere, ascoltare musica e socializzare.
 

Oltrarno

Dall’itinerario suggerito resterebbe fuori tutto l’Oltrarno: in realtà, se hai voglia, puoi allungare il tuo passo da piazza Pitti ed esplorare la zona di Santo Spirito, Piazza del Carmine e Piazza del Cestello. Oltre a chiese, botteghe artigiane e scorci pittoreschi, potrai trovare una interessante nightlifee lo spirito della Firenze più autentica.

Cosa stai aspettando?

@plushostels

keyboard_arrow_down
  • PLUS Berlin
  • PLUS Florence
  • PLUS Prague
calendar_today
calendar_today
Persone
remove_circle_outline add_circle_outline
Prenota arrow_forward